Pages Navigation Menu

Dalla web strategy alla people strategy

Dalla web strategy alla people strategy

Basta parlare di strategie per facebook, twitter, google plus. Non ho mai sentito parlare di strategia per il telefono e per il direct marketing. Ho sentito invece parlare di “Strategia” e di utilizzo diverso della comunicazione a seconda dei mezzi di comunicazione.

E poi il mondo è cambiato. Il web e le tecnologie che lo rendono partecipativo, ci impongono di leggere, vedere, ascoltare il cliente/consumatore con altri occhi.

Bauman si chiede anche se per caso “Do Facebook and twitter help spread Democracy and Human Rights?”

The Wall Street journal pontificated: “this would not happen without Twitter”! Andrew Sullivan, an influential and well-informed American blogger, pointed to Twitter as “the critical tool for organizing the resistance in Iran”, whereas the venerable New York Times waxed lyrical, proclaiming a combat between “thugs firing bullets” and “protesters firing tweets”.

Ecco, allora restituiamo la centralità del processo di comunicazione al nostro consumatore.
Al centro della strategia va posto lui: la persona, che contemporaneamente appartiene a diversi gruppi di interesse e passione e che, in quei gruppi e con quelle passioni, condividerà e coltivare la vostra informazione.

Ecco perché la vostra non può essere una strategia basata sui mezzi di comunicazione ma sulle persone che in quella comunicazione dovranno vivere.

Ne riparleremo.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>